Vai al contenuto principale
Logo Home

Direzione generale per le dighe
e le infrastrutture idriche

Dipartimento per le opere pubbliche, le politiche abitative
e urbane, le infrastrutture idriche e le risorse umane e strumentali
Seguici su  
  • Documenti

    Documenti tecnici della Direzione generale per le dighe e le infrastrutture idriche, pubblicazioni nazionali e internazionali.

  • La Direzione Generale

    La Direzione generale per le dighe e le infrastrutture idriche svolge attività di vigilanza sulle grandi dighe e le opere complementari per tutelare l’incolumità pubblica.

    Sede centrale

    Uffici tecnici per le dighe

    La Direzione Generale

    Chi siamo

    La Direzione Generale per le dighe e le infrastrutture idriche è una struttura tecnica dello Stato costituita nel 1923 presso il Ministero dei Lavori Pubblici, attualmente Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili. La sua istituzione è conseguente al crollo della diga del Gleno in Val di Scalve (Bergamo) per garantire la tutela della sicurezza delle grandi dighe e dell’incolumità dei territori a valle.

    Il legislatore, sin dai primi anni del secolo scorso, ha voluto costituire un organo di vigilanza a cui affidare il controllo della sicurezza dei grandi sistemi di ritenuta e dell’intero complesso di opere infrastrutturali ad essi collegate (opere di adduzione dai serbatoi e di adduzione all’utilizzazione, nonché le condotte forzate) nell’ambito della gestione della risorsa idrica, strategica per l’interesse nazionale.

    In base alle competenze istituzionali attribuite dalla legislazione vigente, la Direzione Generale interviene nelle fasi di progetto, costruzione, esercizio e dismissione delle opere di sbarramento che superano i 15 metri di altezza o che determinano un volume di invaso superiore a 1.000.000 m³ (che nel seguito saranno indicate come “grandi dighe”). Più in dettaglio, i compiti della Direzione Generale includono: l’esame e l’approvazione di progetti di nuove opere di sbarramento o di interventi di modifica, la vigilanza sulla costruzione, la vigilanza sulle operazioni di controllo sull’esercizio poste in atto dal concessionario/gestore. Le competenze si estendono anche agli aspetti ambientali e di sicurezza idraulica derivanti dalla gestione del sistema costituito dall’invaso, dal relativo sbarramento e da tutte le opere complementari e accessorie, inclusa la vigilanza sulle condotte forzate e, in generale, sulle derivazioni con grandi dighe a monte.

    La Direzione, svolge attività di formazione e aggiornamento, consulenza e assistenza tecnica nel campo delle discipline correlate alle dighe per le opere che non sono di sua diretta competenza, partecipa ad organismi associativi nazionali ed internazionali aventi come scopo l’avanzamento delle conoscenze scientifiche e tecniche, promuove studi e conferenze di esperti ed emana direttive nelle materie di competenza.

    La Direzione Generale, nell’ambito dell’assetto organizzativo e funzionale del sistema di allertamento nazionale, statale e regionale per il rischio idrogeologico e idraulico ai fini di protezione civile, è Centro di competenza esclusiva nell’attività di supporto alla rete dei Centri Funzionali per l’analisi dei fenomeni idrologico-idraulici connessi alla presenza di sbarramenti.

    La Direzione, infine, è individuata dal Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili quale struttura responsabile dell’attuazione, gestione e monitoraggio degli interventi finanziati dal Ministero sulle opere di sua competenza (dighe, condotte idriche ed elettriche).

    Per svolgere i suoi compiti, essa si avvale di una Sede centrale con divisioni di coordinamento e specialistiche (nei campi della geologia e dell’ingegneria strutturale, geotecnica e idraulica) e di 9 uffici dislocati sul territorio nazionale.

    Nel tempo, a partire dalla sua istituzione, la Direzione Generale per le dighe e le infrastrutture idriche ha raccolto ed archiviato i progetti, le relazioni tecniche, dati di monitoraggio e i controlli effettuati sulle grandi dighe italiane a partire dalla progettazione e durante il loro esercizio, disponendo oggi di un insieme di documenti che costituisce una preziosa e fondamentale base di conoscenza delle opere, unica nel panorama italiano.

    Leggi tutto 

    La Direzione Generale

    La nostra storia

    Lo sviluppo della costruzione delle dighe in Italia ha inizio a partire dai primi anni del 900 ed impose al legislatore la necessità di definire specifiche norme. È del 1921 il primo regolamento e la prima norma tecnica. Il legislatore pose la sua attenzione sulla fase della progettazione e della costruzione, affidando alle strutture periferiche del Ministero dei Lavori Pubblici (Uffici del Genio Civile) il compito del controllo.

    Leggi tutto 

    La Direzione Generale

    Direttore Generale

    Ing. Angelica Catalano

    Dopo la laurea in ingegneria civile idraulica presso l’Università di Palermo nel 1984, Angelica Catalano è entrata nel Servizio Dighe del Ministero dei Lavori Pubblici, dove ha passato l’intera sua carriera lavorativa, prima come funzionario (dal 1985), poi come dirigente tecnico (dal 1992), e quindi come direttore generale della DG per le dighe e le infrastrutture idriche (dal 2020).

    Come dirigente tecnico ha diretto uffici specialistici (Ufficio strutture e geotecnica), uffici tecnici sul territorio nazionale con compiti di vigilanza (Ufficio tecnico per le dighe di Palermo, Ufficio di Cosenza) e uffici di coordinamento (Ufficio Coordinamento Tecnico Amministrativo, Ufficio Coordinamento e Controllo Dighe in Esercizio); ha approvato progetti di manutenzione straordinaria sulle dighe collaudate e in esercizio e ha definito nuovi programmi di finanziamento degli interventi di miglioramento della sicurezza.

    L’impegno lavorativo, interamente dedicato alle grandi dighe, ha compreso anche una significativa attività in sito con ispezioni su 276 impianti (dei 536 esistenti) e vigilanza sui lavori di costruzione (14 dighe), di consolidamento e miglioramento della sicurezza (9 dighe) e su interventi di dismissione definitiva (2 dighe).

    Ha collaborato con le autorità di protezione civile nella gestione di incidenti sulle dighe (5 dighe) e durante le sequenze sismiche che hanno interessato il Paese. È stata responsabile di collaborazioni con Università italiane in materia di dighe su questioni tecniche specifiche di interesse per la sicurezza. Come membro e coordinatore di numerosi gruppi di lavoro, commissioni e tavoli tecnici in materia di dighe ha affrontato questioni tecniche, amministrative, normative e procedurali. È membro esperto relatore presso il Consiglio superiore dei LL.PP. (dal 1986) e membro del Consiglio stesso (dal 2020). È membro del Gruppo Europeo delle Autorità per la vigilanza sulla sicurezza delle dighe (dal 2013) e coordinatore degli esperti della commissione di sorveglianza italo francese della diga del Moncenisio (di cui fa parte dal 2013).

    Dal 2020 è vice presidente dell’ITCOLD - Comitato italiano grandi dighe.

    Leggi tutto 

    La Direzione Generale

    Sede centrale

    Direttore Generale: Ing. Angelica Catalano

    Leggi tutto 

    La Direzione Generale

    Uffici tecnici per le dighe

    Gli Uffici tecnici per le dighe svolgono funzioni di controllo e vigilanza sulla sicurezza delle dighe, con altezza maggiore di 15 metri oppure con volume di invaso maggiore di 1.000.000 di metri cubi.
    Svolgono, sulle dighe di competenza, periodici sopralluoghi ed espletano attività di raccolta di dati e di informazioni, relative alle misure di controllo condotte sugli impianti, finalizzate alla verifica del corretto comportamento delle opere ai fini della sicurezza per la pubblica incolumità. Gli Uffici tecnici per le dighe forniscono anche supporto tecnico in occasione di scenari di emergenza che coinvolgano la sicurezza delle dighe, nonché consulenze ad altri Enti pubblici in merito al controllo di dighe di altezza o volume di invaso inferiori ai limiti della competenza nazionale.


    Sedi

    • Torino
    • Milano
    • Venezia
    • Firenze
    • Firenze - sezione di Perugia
    • Napoli
    • Palermo
    • Palermo - sezione di Cosenza
    • Cagliari


    Leggi tutto 

    La Direzione Generale

    Contatti

    I contatti diretti della Direzione Generale per le dighe e le infrastrutture idriche

    Leggi tutto